Perdersi per ritrovarsi

Pubblicato da mimmopili1 il

Perdersi per ritrovarsi. Due parole che accanto sembrano opposte, ma una è necessaria per l’esistenza dell’altra. Un po’ come il detto “non c’è amore senza odio” o “non c’è pace senza guerra”, se non sei disposto a perderti allora non sarai in grado di ritrovarti.

Questa condizione è sistematica per me.

È normale quando si punta in alto che la strada sia in salita!

Ho bisogno di perdermi, mettermi in gioco e far crollare tutte le convinzioni che mi contraddistinguono solo per capire cosa voglio da me stesso. Ed è successo così tante volte, che ho finalmente realizzato che perderci è l’unico motivo per cui ci obblighiamo a cambiare.

Come dicevo, ho bisogno di smarrirmi nell’oceano di dubbi che mi circondano. Hai presente quella sensazione di vuoto che ti mangia dentro, ma allo stesso tempo ti permette di stare senza pensieri? Per un attimo devi lasciarti cullare dal suono delle onde e la brezza intorno a te. Respirare a fondo, e imparare a conoscerti.

Le domande che sempre mi faccio in questi momenti di smarrimento sono:

  1. Sono felice della mia vita?
  2. Dove e come mi vedo fra dieci anni?
  3. Cosa sono disposto a perdere per raggiungere i miei obiettivi?

Rispondendo a queste tre semplici domande riesco a concentrarmi di nuovo su me stesso. Prendo nuovamente il controllo e fisso il mio nuovo punto di arrivo così che, se prima vagavo senza una meta, adesso ho nuovi stimoli per ricominciare da capo.

“E mi ritrovo ad ogni mio ritorno” – Guido Gozzano

Tendiamo sempre a demonizzare lo smarrimento, come se questo fosse necessariamente una cosa negativa. Il punto è che l‘uomo è un essere in continuo cambiamento e ciò comporta un vagare dell’Io verso posti indefiniti, ovvero perdersi. Accettare questa condizione di dinamicità ci permette di dare un senso unico alla vita: perdersi per ritrovarsi.

Se ti è piaciuto questo articolo fai uno screenshot e pubblicalo sulle tue Instagram Stories, taggandomi @massimilianopili_


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *